Quinto Conto Energia: il senato approva le mozioni, ancora in dubbio i decreti

| 23 maggio 2012 | 0 Commenti

Il Senato ha approvato ieri le mozioni presentate dalla Conferenza delle Regioni, giudicandole condivisibili e in linea con gli obbiettivi del governo: la partita per il Quinto Conto Energia sembra quindi ancora tutta da giocare e la modifica dei due decreti emanati sembrerebbe ormai quasi certa.

Sembra quindi probabile, a questo punto, che le richieste delle Regioni verranno accolte. Secondo il Sottosegretario per lo Sviluppo Economico, De Vincenti, infatti, le mozioni delle Regioni sarebbero condivisibili e in linea con gli obbiettivi del governo. Tra le proposte avanzate lo slittamento del termine del Quarto Conto Energia ad ottobre, il bonus per il Made in e quello per la rimozione delle coperture in amianto, l’innalzamento del tetto da 500 milioni a un miliardo e la semplificazione della burocrazia per accedere agli incentivi.

Ma il Senato ha espresso anche preoccupazione per la mancanza di un piano energetico nazionale e per il ritardo dei decreti attuativi del DL 28/2011 che ha recepito la direttiva comunitaria per gli incentivi alle rinnovabili, attuazioni che ancora non hanno visto la luce: in particolare quelle destinate alle rinnovabili termiche.

Categoria: news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.