Potocnik, Italia maglia nera procedure in Ue su Ambiente

| 26 settembre 2013 | 0 Commenti

maglietta_nera“L’Italia ha il numero più alto di infrazioni per l’ambiente in Ue, e nella maggior parte dei casi è perché la normativa non è stata messa in atto secondo accordi. La responsabilità di applicare la legge comunitaria in Italia è condivisa dalle autorità nazionali, regionali e locali, e per questo è molto importante assicurare una stretta collaborazione tra tutti i livelli per mettere in atto con successo la normativa”, così il commissario all’Ambiente Janez Potocnik in un’intervista all’ANSA.

Evitare ulteriori ritardi in Campania e nel Lazio
“Per la situazione dei rifiuti in Campania, la Commissione ha deciso nel mese di giugno di rivolgersi alla Corte per la seconda volta. Sono ormai trascorsi oltre tre anni dalla prima sentenza, e l’Italia non è ancora in regola. Questa situazione ha continue conseguenze negative per la salute pubblica e l’ambiente”, così il commissario Ue all’Ambiente Janez Potocnik in un’intervista all’ANSA. “Ora le multe sono un rischio per la situazione campana – spiega – ma un rischio che può essere minimizzato se le autorità italiane evitano ulteriori ritardi e attuano il piano di gestione dei rifiuti, costruendo gli impianti di gestione che ha detto, e aggiornando la raccolta differenziata”.

Fonte: ANSA

Tags: , , , , , ,

Categoria: news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.