Mobilita’ sostenibile: le ’200 colonnine’ della Capitale

| 13 aprile 2012 | 0 Commenti

Non solo le basi di ricarica per auto elettriche, ma anche una serie di facilitazioni e integrazioni tecnologiche permetteranno a Roma di entrare in una nuova fase di implementazione della mobilità sostenibile.

Nei giorni scorsi è stato siglato un protocollo d’intesa tra Roma Capitale, Enel e Acea, che prevede l’installazione di 200 colonnine di ricarica per veicoli (100 a testa da parte di Enel e Acea), dotate di una tecnologia in grado di garantire l’interoperabilità sia tra le infrastrutture delle due aziende, sia con i punti di ricarica già installati nell’ambito del progetto E-Mobility Italy. Coordinata e pianificata da Roma Capitale, la rete di infrastrutture si configura come la più vasta in Italia su suolo pubblico. Il vantaggio sarà notevole: chi utilizza un’auto elettrica potrà ricaricarla indifferentemente su infrastrutture Enel ed Acea, a Roma come nei comuni limitrofi, utilizzando un’unica card e pagando la ricarica in bolletta, secondo il contratto sottoscritto con il proprio venditore di energia; un’integrazione che renderà possibile l’adozione del veicolo elettrico anche per i pendolari che vivono fuori Roma.

Con la firma del protocollo viene avviato un progetto pilota presso lo storico mercato romano di San Cosimato: servito da Acea, verrà rifornito da veicoli a “zero emissioni” provenienti da Guidonia, comune servito dalla rete di Enel, dove ha sede il grande Centro Agroalimentare di Roma.

Fonte: tecnici.it

Categoria: Green Action

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.