Mercato energetico italiano, la Relazione annuale del Gme

| 29 agosto 2013 | 0 Commenti

Il 2012 è stato un anno di transizione. Nel 2013 arriverà la svolta per l’integrazione continentale degli scambi

Gestore-Mercato-ElettricoE’ stata presentata nei giorni scorsi a Roma, la relazione annuale del Gestore dei mercati energetici, che ha fotografato  l’andamento del mercato energetico italiano per il 2012.

 Questo il quadro tracciato: convergenza dei prezzi tra Italia e resto d’Europa; calo della domanda di elettricità (-3,1%), ai livelli minimi degli ultimi tre anni; nuovo aumento della capacità installata, che inasprisce la condizione di overcapacity del sistema; forte contrazione della produzione termoelettrica, scesa a 204,8 TWh (-6,5% sul 2011) al minimo dell’ultimo quinquennio, in particolare per il significativo decremento degli impianti a gas naturale (-15,5 TWh); crescita della generazione rinnovabile non programmabili arrivate a coprire circa il 10% dei consumi nazionali.

 Secondo Massimo Ricci, Presidente e amministratore delegato del Gme, il 2012 è stato un importante periodo di passaggio non solo in Italia, ma anche in Europa. Da un lato, per l’avanzare del processo di creazione di un mercato unico dell’energia attraverso la realizzazione di nuove infrastrutture e l’evoluzione delle regole promossa da iniziative regionali e dalle disposizioni del Terzo Pacchetto Energia. Dall’altro, per l’effetto congiunto di alcuni fenomeni mondiali come l’impatto della crisi economica sui consumi di energia, il significativo incremento delle rinnovabili nel settore elettrico e l’ondata di produzione di gas non convenzionale negli Stati Uniti, che hanno determinato una contrazione dei livelli dei prezzi.

 “Il Gme ha continuato a lavorare per una piena integrazione del mercato nazionale con quelli europei attraverso la partecipazione a diversi progetti di coupling”, ha ricordato Ricci sottolineando l’avanzamento del Price coupling of regions (Pcr), il progetto multilaterale delle principali Borse europee che si propone di fornire a tutta Europa l’infrastruttura algoritmica e It necessaria al coupling di tutti i mercati nazionali.

Tags: , , , , ,

Categoria: news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.