In vigore, dal 5 dicembre, la nuova direttiva Ue sull’efficienza energetica

| 10 dicembre 2012 | 0 Commenti

È entrata in vigore lo scorso 5 dicembre la nuova direttiva Ue sull’efficienza energetica (2012/27/Ue), che stabilisce le misure necessarie al raggiungimento dell’obiettivo del taglio del 20% dei consumi entro il 2020 (rispetto ai livelli del 1990). Diverse sono le novità contenute nella nuova normativa, varata lo scorso ottobre al termine di un lungo negoziato.

Ogni Stato membro dovrà stabilire una strategia per mobilitare investimenti per ristrutturare il parco nazionale di edifici residenziali e commerciali, sia pubblici che privati, e dovrà garantire che, dal 1° gennaio 2014, il 3% della superficie coperta utile totale degli edifici di proprietà dei governi centrali sia ristrutturata ogni anno, così da rispettare i requisiti minimi di prestazione energetica. Tale quota si applica a stabili con una superficie coperta utile totale superiore a 500 metri quadri; la soglia sarà abbassata a 250 m2 a partire dal 9 luglio 2015. Gli Stati membri dovranno, inoltre, promuovere la disponibilità di audit energetici di elevata qualità e incoraggiare la partecipazione delle Pmi. Le aziende di grandi dimensioni dovranno adottare misure che garantiscano l’effettuazione di diagnosi energetiche entro il 5 dicembre 2015. Inoltre, gli Stati membri dovranno promuovere un uso efficiente dell’energia anche presso le utenze domestiche attraverso incentivi fiscali, accesso a finanziamenti, contributi e convenzioni, erogazione di informazioni, progetti esemplari e attività sul luogo di lavoro. La direttiva dovrà essere recepita dagli Stati membri entro il 5 giugno 2014. A partire dal 30 aprile 2013, e con cadenza annuale, ciascuno Stato sarà chiamato a riferire sui progressi realizzati nel conseguimento degli obiettivi, mentre entro il 30 aprile del 2014, e successivamente ogni tre anni, sarà necessario fissare dei target nazionali indicativi sull’efficienza, basati sul consumo e sul risparmio di energia primaria o finale.

Fonte: Energia24Club.it

Categoria: news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.