Energia dalle foglie… artificiali! Una rivoluzione energetica davvero green.

| 8 novembre 2013 | 0 Commenti

foglie artificialiNon si muove una foglia? Eccome se si muove, ed è pure artificiale! Si perché il Professor Daniel Nocera, con il suo team di ricerca, ha ricreato quanto avviene in natura, nelle foglie: la fotosintesi. Un meccanismo perfetto che, dalla scissione della molecola d’acqua produce ossigeno, idrogeno ed energia.

L’idea non è certo originale. Per chi è incuriosito dalla materia avrà già letto di numerosi studi volti a riprodurre il processo artificialmente. Quello che c’è di nuovo nel lavoro del Prof. Nocera è che, per la prima volta, una foglia artificiale riesce a produrre energia pulita e sostenibile, utilizzando materiali e tecnologie a basso costo, in un processo stabile e duraturo. Per funzionare necessita di luce solare e acqua, che verrà poi divisa per elettrolisi nelle due componenti, ossigeno e idrogeno, quest’ultimo altamente energetico.
Un’altro aspetto innovativo di questo lavoro consiste nel fatto che, a differenza dei progetti che l’hanno preceduto, funziona benissimo anche se l’acqua non è pura. I risvolti pratici sono ovviamente interessantissimi, soprattutto se applicati in aree isolate e disagiate. Anche se a prima vista può sembrare una tesserina sottilissima, la foglia tecnologica è composta da ben quattro strati sovrapposti, i più importanti sono quelli più esterni: quello formato da una lega di zinco, nichel e molibdeno è un catalizzatore di ossigeno, quello in cobalto è un catalizzatore di idrogeno.

L’idrogeno, utilizzato come combustibile, è molto efficace per produrre energia. Purtroppo, le tecnologie più moderne e diffuse per la sua sintesi, partono comunque da combustibili fossili, in particolare dal metano, generando inevitabili e significativi impatti ambientali. Altre tecniche, più pulite, sono poco avanzate e piuttosto costose, tanto che spesso la quantità di energia consumata nel processo è maggiore di quella prodotta.
Ecco quindi che la foglia artificiale, come generatore di idrogeno, può davvero rappresentare una soluzione efficiente e soprattutto pulita. La combustione dell’idrogeno infatti, in presenza di ossigeno produce, come unico scarto, molecole di acqua e nessuna nuova molecola di CO2 viene immessa nell’ambiente.
La sfida della scienza moderna è dunque aperta… Una rivoluzione energetica globale potrebbe essere dietro l’angolo!

 

 

Fonte: growtheplanet.com

Tags: , , , , ,

Categoria: idee, news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.