Dagli ingegneri proposte a costo zero per lo sviluppo del Paese

| 7 marzo 2012 | 0 Commenti

L’intervento del presidente del Cni al Professional Day e le proposte delle professioni dell’area tecnica

Abbiamo lavorato alacremente in questi giorni e abbiamo trovato tanti punti comuni tra tutti i professionisti specie per quanto riguarda la tutela dell’ambiente, il recupero dei fabbricati esistenti, il rilancio dell’economia, la sburocratizzazione della pubblica amministrazione, la semplificazione. L’importante è che il governo ci ascolti, che dialoghi con le professioni. Noi abbiamo molte proposte, tantissime sono a costo zero, tutte sono utilissime, alcune sono indispensabili per il rilancio del Paese”.

È quanto ha affermato Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri e coordinatore del Pat (Professioni di area tecnica), in un’intervista rilasciata a Labitalia in occasione del Professional Day che si è svolto ieri. La manifestazione ha visto anche la diffusione di un documento che riassume le proposte dei professionisti e che porta la firma di agrotecnici, architetti, biologi, chimici, agronomi e forestali, geometri, geologi, ingegneri, periti agrari, periti industriali, tecnologi alimentari.

Le ultime modifiche al decreto liberalizzazioni sono positive – ha spiegato Zambrano – nel senso che hanno posto rimedio a degli errori che erano stati fatti in precedenza: le abbiamo volute, le abbiamo richieste, le abbiamo ottenute. Non siamo contenti di tutto, contestiamo ancora il mantenimento di soci di capitale nelle società tra professionisti ma ormai questo sembra l’intendimento del governo. Quindi il compito degli ordini sarà di vigilare fortemente sulle società affinché non vengano stravolti i criteri di responsabilità. I committenti, inoltre, devono sapere chi c’è dietro una società di professionisti”.

 Scarica il documento

fonte: ingegneri.info

Tags: , , ,

Categoria: news

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.