360° GREEN REVOLUTION

| 4 febbraio 2012 | 0 Commenti

​L’11 ottobre 2008 l’azienda agricola Monte Vibiano ha lanciato il progetto “360° Green Revolution”, finalizzato a diminuire sensibilmente l’impatto ambientale delle proprie attività, fin quasi, ad esempio, ad azzerare le emissioni di gas serra.

Si tratta di una “rivoluzione verde a 360 gradi”, che ha coinvolto sia i macchinari, sia il personale. In base ad un piano d’azione dettagliato, l’azienda agricola “Monte Vibiano” ha cambiato completamente il proprio modo di produrre e utilizzare l’energia, coltivare e fertilizzare i campi, muoversi all’interno dell’azienda.
Alcune delle azioni messe in atto sono ad esempio le seguenti:
  • sui terreni dell’azienda sono stati piantati oltre 10.000 alberi per incrementare l’assorbimento di CO2;
  • in tutti i vigneti i fertilizzanti chimici sono stati sostituiti, per oltre il 16%, da fertilizzanti organici;
  • il fabbisogno elettrico è soddisfatto da un impianto fotovoltaico, integrato architettonicamente sui tetti delle strutture esistenti;
  • veicoli elettrici garantiscono la mobilità interna; trattori a biodiesel vengono utilizzati per il lavoro nei campi;
  • l’azienda ha lanciato il progetto “una mountain bike per dipendente”, impegnandosi a fornire le biciclette a tutti i dipendenti che sceglieranno di recarsi al lavoro in bici piuttosto che in macchina;
  • è stato dimezzato il numero di server in uso, spegnendo quelli più energivori e meno performanti;
  • sono stati realizzati interventi per migliorare l’utilizzo delle stampanti e diminuire il consumo di carta, quali, ad esempio, la riduzione del numero delle stampanti personali e l’aumento di quelle comuni polifunzionali, l’utilizzo di carta riciclata, il recupero dei toner esausti;
  • si è puntato sull’adozione di imballaggi riciclabili e sull’ottimizzazione dei colli, per ridurre peso e volume delle spedizioni e limitare le emissioni legate al trasporto;
  • le coperture dei silos sono state dipinte con una speciale vernice bianca riflettente, che, riducendo localmente la radiazione assorbita, fornisce un piccolo contributo nel tentativo di arginare il riscaldamento terrestre.
Per saperne di più:

Categoria: Green Action, Le Buone Pratiche

Lascia un commento

devi essere registrato per commentare.